Lindsey Vonn

Scorri per continuare

"La cosa che preferisco
delle gare di sci è la velocità.
Amo la velocità,
l'adrenalina: voglio soltanto
scendere il più
velocemente possibile."

LINDSEY VONN

È una degli atleti di maggiore successo nella storia dello sci: medaglia d'oro nella discesa libera alle Olimpiadi del 2010; vincitrice della Coppa del Mondo nel 2008, 2009, 2010 e 2012; due medaglie d'oro e tre d'argento ai Mondiali - è la statunitense Lindsey Vonn, atleta Briko.

Lindsey gareggia in tutte le discipline dello sci alpino - discesa libera, supergigante, slalom gigante,slalom speciale e supercombinata - ed è una dei pochi sciatori ad aver vinto almeno una gara di Coppa del Mondo in ognuna di esse.

Si è anche aggiudicata la Coppa del Mondo di discesa libera per sei anni consecutivi (2008-2013), la Coppa del Mondo di supergigante per quattro anni consecutivi (2009-2012) e la Coppa del Mondo di combinata per tre anni consecutivi (2010-2012). Forte di un palmares che, al termine della Coppa del Mondo di sci alpino del 2013, consta di ben 59 vittorie mondiali, a Lindsey restano ormai soltanto due campioni da battere: l'austriaca Annemarie Moser-Pröll con 62 vittorie e lo svedese Ingemar Stenmark con 86.

La specialità in cui ha riscosso i maggiori successi è la discesa libera. Chi meglio di lei sa quindi cosa si prova quando si scia ad alta velocità? Parliamo proprio di questo, Lindsey.

Parliamo di velocità, Lindsey.

Qual è la parte del corpo in cui la "senti" di più mentre scii? Nello stomaco, nella mente, nelle gambe?
È un trambusto! L'impatto delle collinette e delle curve lo avverto tutto nelle gambe e nel tronco. Serve molta preparazione per imparare a mantenere una posizione aerodinamica e assecondare la traiettoria di discesa più rapida sul fianco della montagna.

La sensazione della velocità è la stessa sia in gara che in allenamento?
In gara è meglio. L'allenamento è più rilassato: quando gareggi, è l'adrenalina a spingerti giù per la discesa con lo scopo di sconfiggere il cronometro.

Gareggi in tutte le discipline. La velocità ti soddisfa di più durante lo slalom tra le porte o in discesa libera?
Be', più porte ci sono, più il tutto diventa impegnativo. È una questione di mantenere la velocità mentre si curva su un terreno difficile. La discesa libera è la mia preferita per quanto riguarda la velocità, ma tutte le specialità rappresentano una sfida.

Preferisci la discesa in velocità e i salti in lungo o percepire l'accelerazione di gravità nelle curve ad arco stretto?
Mi piace rannicchiarmi tra le curve e sentire la velocità che mi spinge in avanti: le curve in accelerazione di gravità sono una scarica di adrenalina pura.

E quando la discesa diventa davvero ripida?
È tutta una questione di controllo. Una pista ripida è ottima per la velocità, ma è anche molto pericolosa. Le montagne perfette secondo me sono a Vail, la mia città natale o, naturalmente, a Vancouver.

La velocità è eccitante solo quando è accompagnata dal pericolo o può anche risultare rilassante?
La velocità non è mai rilassante, è sempre pericolosa. Ma ti fa battere il cuore, ed è questo che ti dà il coraggio di mantenere la posizione a uovo.

Riesci a mantenere il controllo totale anche quando sfrecci a grande velocità?
È proprio questo il problema! Devi lottare per fare entrambe le cose. È per questo che devo essere forte - conquistare il controllo e contemporaneamente dare il tutto per tutto. Se non si è abbastanza forti fisicamente è impossibile riuscirci. E poi anche gli sci sono importanti: ti devono far sentire comodo e permetterti di fare curve del genere.

Ti rendi sempre conto di quanto vai veloce...
No, non so esattamente a che velocità vado. Ovviamente percepisco la differenza tra quando mi trattengo e quando cerco di spingermi oltre il limite per andare ancora più veloce. È tutta una questione di sentirsi a proprio agio e di mantenere il controllo della situazione.

... o quando vai troppo veloce?
Anche in questo caso è una questione di quanto ci si sente sicuri nello spingersioltre. La folla e i sostenitori che fanno il tifo in fondo, vicino al traguardo, rappresentano per me una grossa motivazione a scendere più velocemente. Ma è sempre importantissimo non perdere il controllo.

Qual è l'andatura giusta per godersi la velocità?
Dipende. La velocità è il mio lavoro: me la godo quando mi alleno o scio nel tempo libero, ma non è una cosa a cui penso necessariamente mentre gareggio. In quel momento ho in mente soltanto una cosa, ossia che devo essere la più veloce a tagliare il traguardo. Non c'è tempo per guardare il panorama a 130 km/h!

Approssimativamente, a che velocità la discesa inizia a diventare pericolosa?
È difficile stabilirlo. Come ho detto prima, dipende tutto dal controllo, dalla difficoltà della pista e dalle condizioni ambientali. Sono tutti fattori importanti ai fini della sicurezza e, comunque, sciare può essere pericoloso anche se tutte le circostanze sono perfette.

Dopo quale distanza o quanto tempo la discesa si fa faticosa?
È sempre faticosa! Serve un sacco di allenamento anche solo per diventare abbastanza forti da arrivare in fondo.

Non ti viene mai la nausea?
Non penso di aver mai sofferto di nausea da alta velocità. Fa parte del mio lavoro!

Come fai a spremere fino all'ultima goccia di velocità?
Dipende davvero molto dagli sci. Sono gli sci a permettermi di andare sempre più veloce: devo solo essere abbastanza forte da tenere duro e la montagna fa il resto.

Gareggiare ti dà la carica o è per te snervante?
La velocità mi dà la carica. È una sensazione incredibile, ma dopo le gare sono esausta.

Resti mai senza fiato a causa della velocità?
Certo, quando taglio il traguardo sono sempre senza fiato.

La velocità si sente anche nelle orecchie quando si sfreccia in quel modo?
Si sente il fischio del vento che passa attraverso il casco, ma si percepisce soprattutto in faccia. Quando la temperatura è sotto zero e c'è vento, è doloroso mantenere la velocità.

La velocità è più un alleato o un avversario?
Entrambe le cose! La devi prima sottomettere, e quando ci riesci inizia a piacerti.

La velocità è qualcosa che si deve domare o semplicemente una forza che ti fa accelerare?
Entrambe le cose. Ancora una volta, per domarla devi mantenere il controllo. È come guidare in Autobahn: devi andare tanto veloce quanto ti senti sicuro.

Sogni mai qualcosa che ha a che fare con la velocità?
Sì, sogno di tagliare il traguardo alla massima velocità!

Ti capita mai di odiare la velocità, come per esempio quando è causa di incidenti?
Ahah! Certo, è sempre divertente finché qualcuno non si fa male.

  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01
  • image01